News dal marketing online

Ecco le principali novità del web marketing annunciate di recente e che avranno ripercussioni per tutto il 2019 e che quindi è probabile orienteranno anche le strategie del marketing .

Le news del settore sono quelle ufficializzate dai grandi del web, Google per quanto riguarda la Search e l’ADV, Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn e Pinterest per quando riguarda il Social Media.

Una scadenza su tutte è quella del 2 aprile 2019 quando il social di Google, Google Plus, chiuderà definitivamente. La motivazione principale (come si legge sul comunicato ufficiale) è quella di garantire maggiore sicurezza agli utenti.

Mentre per sapere quali iniziative “tecnologiche” abbia in mente per questo nuovo anno potremo scoprirlo a partire da maggio 2019 con la conferenza annuale Google I/O (7 – 9 maggio 2019).

web marketing 2018

Mobile

Tutto ruota intorno al “mobile” e nelle sue diverse implicazioni, anche se è per tutti è chiaro cosa abbia comportato e cosa possa comportare il Mobile first index, dai piani alti del team Search arrivano recenti ammonimenti: un sito responsive non è necessariamente anche usabile da mobile.

Tradotto significa che non basta che un sito web si adatti al layout del device, deve assicurare anche e soprattutto una navigazione usabile per l’utente, ovvero: Mobile-first indexing e Mobile friendliness non sono la stessa cosa

Pagine AMP: già da un anno la politica richiede che il contenuto della pagina AMP sia paragonabile al contenuto della pagina canonica (come indicato nella fonte ufficiale : Engaging users through high quality AMP pages – Webmasters.googleblog.com).

Ad oggi qualcuno scommette su un aumento di questo tipo di pagine se non altro perchè eccezionalmente “veloci” da mobile.

Google News

Aggiornata con contenuti e consigli la sezione Google News come da comunicato ufficiale. Questa attenzione per questo specifico canale è da ricondurre probabilmente a tutta la questione, sviluppatasi soprattutto lo scorso anno, delle news e dei contenuti “fake”.

Google, ricordiamolo, ha tutto l’interesse (anche e soprattutto economico) affinchè i suoi servizi funzionino e funzionino bene: Google non è un onlus.

Google Ads

La notizia per Google è il cambiamento del nome: da Google AdWords a Google Ads.
Ma a parte questo, c’è anche qualcosa di più sostanzioso: gli annunci Pay Per Conversion.

E sul post ufficiale altre indicazioni utili per capire le “innovazioni” apportate da Google per la pubblicità a pagamento.

SEO

Ancora novità per Search Console come indicato nel comunicato ufficiale e pare non sia finita qui perchè altre implementazioni ci saranno nel corso del 2019. Ad ogni modo è ad oggi uno strumento di analisi importantissimo e sicuramente migliorato rispetto agli anni passati.

E’ innegabile una certa attezione dimostrata anche da recenti “strategie” di Google che avranno sempre più peso, i risultati del tipo “People also ask” già attivi da tempo ma in questo anno sempre più “sul pezzo” (a quanto pare).

Non a caso ecco nuovi dati strutturati che sembrano fatti apposta per l’occasione: tuttavia adottare accorgimenti SEO inadeguati può, ricordiamolo, avere effetti addirittura controproducenti.

La Voice Search è per ora, almeno in Italia, relegata alle ricerche di tipo locali ma l’attenzione cresce e gli sviluppi in questa ottica non sono, onestamente, ancora molto chiari, tuttavia tutto fa supporre che nel 2019 possa esserci qualche novità rilevante, si spera, annunciata in modo ufficiale (il che non è sempre detto).

HTTP e HTTPS

Non è un segreto che Google abbia più volte caldeggiato l’utilizzo del protocollo HTTPS  e, a partire da luglio 2018 ha iniziato a mostrate in Chrome un avviso, come indicato nella pagina web del blog ufficiale: A secure web is here to stay .

Stando a guardare l’evolversi dei servizi e delle comunicazioni fatte in merito la sicurezza sarà anche per questo 2019 un punto focale di Big G.

Social

Dopo le Stories di Facebook e Instagram (che attiva anche le statistiche), le famose (o famigerate) chat bots, l’aumento di caratterti per Twitter e gli hashtag dentro le descrizioni per Pinteres, il nodo cruciale sul quale si è dibattuto di più e che ha riguardato e riguarderà anche per il 2019 tutti i social è la privacy e la sicurezza (Cambridge Analytica docet).

 

Trend 2019: web marketing e non solo

Volendo riassumere in pochi punti i trends del marketing online dell’anno sottolineiamo che non sono news ma si rafforzeranno ancora di più nel corso dei mesi e per onestà professionale aggiungiamo anche che sono gli stessi dello scorso anno.

1) Sicurezza del sito.
Non è una novità ma di certo Google ha notevolmente aumentato i cotenuti dedicati alla sicurezza dei siti web con tanto di hashtag dedicato (#NoHacked) e fornisce una sezione in continuo aggiornamento. E questo dovrà farci riflettere.

2) Usabilità.
Mai come l’anno appena trascorso abbiamo sentito tanto parlare e invogliare i proprietari dei siti a creare contenuti e layout usabili: questo argomento sarà molto probabilmente uno dei concetti chiave anche per il 2018 perchè richiama ulteriori argomenti a sè legati come, appunto, i contenuti ma anche la “forma”.

3) Veridicità e affidabilità delle informazioni.
In seguito alle c.d. fake news, la guerra contro questi contenuti si è fatta più seria anche da parte di altri grandi come Facebook. Non finisce qui però perchè le insidie sono tante potenzialmente quanti sono i documenti web online: si prevedono novità anche in questo settore.

4) Brand, non keyword.
Da più parti viene posto l’accento sul ruolo vitale di costruire strategie di web marketing dove sia il brand la vera “parola chiave” quella che, dati alla mano, converte maggiormente. Ancor di più per il nuovo anno.

5) Big data.
Occupandoci specificatamente anche di questo settore ci siamo resti conto che la curiosità per questo argomento è aumentata nel tempo, è però necessario ora strutturare le imprese affinchè sappiano quali son i “data” da utilizzare e proabilmente nel 2018 avremo novità importanti anche in questo ambito, anche da parte della Pubblica Amministrazione.

6) Realtà aumentata, advergame e Mobile.
Le novità nel settore mobile marketing sono quasi all’ordine del giorno. La realtà aumentata applicata alle strategie di marketing online che richiedono una partecipazione attiva dell’utente sposano perfettamente questo strumento che lungi dall’essere un mero accessorio è orami diventato un oggetto irrinunciabile.

VUOI CONOSCERCI? Fissiamo una conference call, ti raccontiamo quello che possiamo fare per te e tu ci racconti i tuoi desideri!

Approfondimenti web marketing

Consulenza SEO Search Engine Optimization

Strategie di Content Marketing

Social

I backlink nella SEO

La qualità dei contenuti secondo Google