FAQ

Domande e risposte in breve sulla classifica dei migliori brand online costruita sulla base del BEM Rank, indice di performance online.

  • Cos'è BEM Rank?
  • Cosa NON è BEM Rank?
  • Come è calcolato BEM Rank?
  • Quali settori economici sono considerati?
  • Quando e come è diffuso il BEM Rank?
  • Che tipo di informazioni vengono diffuse?
  • Perchè la classica dei migliori brand online si riferisce al mese non ancora trascorso?
  • Perché non trovo rappresentati tutti i settori economici?
  • È possibile conoscere il BEM Rank settoriale per le aziende che si attestano oltre la quinta posizione?
  • È possibile sapere l’indice di performance della mia azienda in una lingua diversa dall’italiano?

BEM Rank è un indice composito che misura mensilmente la performance online delle aziende italiane ed estere che dispongono di siti web in lingua italiana. L’indice ha valori compresi tra un minimo di 0 (bassissime prestazioni) e un massimo di 100 (massima performance). Il primo dato disponibile del BEM Rank è relativo a marzo 2016.

Sulla base del valore del BEM Rank viene costruita la classifica dei migliori brand online per singolo settore economico, nonché la classifica generale.

BEM Rank non è un’analisi di parole chiave per la Search Engine Optimization (SEO). Non prendiamo in esame la visibilità dei siti web per parole chiave e ricerche più estese (long tail) che circoscrivono più nel dettaglio le esigenze degli utenti (ad esempio «vendita scarpe invernali» o «spese conto corrente»). Un’analisi SEO richiede numerosissime variabili che non prendiamo in considerazione all’interno del Report. Sei sei interessato a questo specifico servizio contattaci.

Perchè non prendiamo in esame parole chiave di questo tipo? L’analisi delle parole chiave per l’ottimizzazione dei siti web in ottica SEO deve tenere conto di una serie di fattori, per esempio i risultati del motore di ricerca variano in base a:

  • user intent;
  • device utilizzato;
  • localizzazione;
  • cronologia delle ricerche;
  • ecc.

Al fine di essere il più “imparziali” possibili ci affidiamo quelle parole che Google Trends identifica come di tendenza per i singoli settori. In tal modo rintracciamo l’interesse di un utente medio al suo “primo approccio” con la ricerca organica per tematiche relative al settore.

BEM Rank è calcolato applicando un algoritmo che valuta 5 diversi parametri, quantificati utilizzando molteplici fonti. Quattro di questi parametri sono valutati a livello di singola azienda (o meglio di sito web nella versione in lingua italiana):

  1. i termini maggiormente cercati sul motore di ricerca più utilizzato in Italia, ovvero Google (fonte Google Trends);
  2. il grado di visibilità dei brand, cioè se appaiono nei primi risultati del motore di ricerca per le parole chiave più di tendenza che identificano il settore di riferimento;
  3. la velocità di caricamento delle pagine web, in particolare nella versione web fruibile attraverso i dispositivi mobili (smartphone e tablet), non influenzata dalla tipologia di dispositivo e di connessione internet utilizzata;
  4. la facilità di navigazione all’interno del sito web (usabilità).

Il quinto parametro è invece relativo al settore in cui l’impresa opera, ed esprime il grado di competizione presente nel mercato online calcolato in base al numero di aziende che effettuano campagne pubblicitarie a pagamento su parole chiave che identificano uno specifico settore economico. I brand connessi ad aziende che hanno riscontrato interesse da parte degli utenti in quanto in stato fallimentare o pre-fallimentare non appaiono in classifica. La loro performance partecipa comunque alla determinazione del valore medio del settore di riferimento.

BEM Rank prende in considerazione 10 diversi settori relativi a 3 diverse macro branche produttive.

Manifatturiero

  1. Abbigliamento e accessori
  2. Farmaceutica e aziende sanitarie
  3. Giocattoli
  4. Mezzi di trasporto
  5. Mobili e accessori per la casa

Servizi non finanziari

  1. Editoria e news online
  2. Energia e altre utilities
  3. Grande distribuzione

Servizi finanziari

  1. Assicurazioni
  2. Banche

Per ogni comparto economico vengono considerate esclusivamente quelle aziende specializzate nel settore e che non svolgono semplicemente la funzione di collezionare e confrontare prezzi e condizioni economiche.

Oltre agli indici settoriali viene anche calcolato un indice sintetico per ogni macro branca produttiva e un indice generale.

Il BEM Rank settoriale, e l’indice generale, è diffuso mensilmente.

BEM Research diffonde i risultati utilizzando sia il sito web www.bemresearch.it, nella sezione Report e nella News & Media, sia attraverso i social network.

In ogni rapporto di aggiornamento è presente la classifica delle cinque aziende operanti nel settore economico di riferimento che hanno mostrato nel mese esaminato la migliore prestazione sul web. Per ogni impresa è riportato il dato dell’indice di performance online, il suo andamento rispetto al mese precedente (indicato sinteticamente attraverso una freccia), la posizione nel mese di riferimento e quella nel mese precedente (se disponibile). Inoltre, per ogni settore è riportato il grado di competizione, distinto in 5 classi: basso, medio-basso, medio, medio-alto e alto. Per i restanti 4 parametri, valutati a livello di singola impresa, è espresso in modo sintetico la performance rispetto all’azienda che nel settore di riferimento presenta le prestazioni migliori per il criterio considerato. Un “pallino” pieno segnala che l’azienda è ai massimi livelli per i parametri d’interesse. Un “pallino” colorato solo per un quarto indica che l’azienda è invece nella parte bassa della classifica per il criterio considerato.

Oltre al BEM Rank per le prime cinque aziende del settore è riportato anche un indice sintetico che rappresenta il valore medio dell’indice di performance online del comparto. L’indice settoriale è calcolato come media semplice degli indici aziendali. Il numero di aziende considerate per settore varia in funzione delle caratteristiche settoriali. Settori in cui visibilità e tendenze di ricerca sono catalizzate da poche aziende/prodotti/servizi presentano un minor numero di imprese. Solo le aziende con le migliori prestazioni sul web rientrano nel BEM Rank.

Infine, per ogni settore è riportato un indice che rappresenta l’andamento delle ricerche sul motore di ricerca di Google (fonte Google Trends), in lingua italiana, negli ultimi 12 mesi. L’indice mostra la variazione percentuale delle ricerche rispetto a un anno prima.

Per il BEM Rank generale, invece, sono riportate le prime dieci aziende operanti nei dieci settori considerati, nonché il valore dell’indice di performance online per le tre macro branche produttive e per l’indice complessivo.

La classifica è stilata sulla base del BEM Rank calcolato all’inizio del mese di riferimento in modo da valutare le prestazioni dei siti web che influenzeranno il traffico e i contatti online con la clientela nei successivi 30 giorni.

Il BEM Rank si concentra su quei settori economici che evidenziano la principale attività sul mercato online e su cui operano brand facilmente riconoscibili.

Nel tempo il BEM Rank si estenderà anche ad altri settori economici. Se sei interessato a includere il tuo settore di riferimento contattaci.

Il BEM Rank settoriale completo di tutte le aziende presenti in classifica è disponibile su richiesta. Nel rapporto riservato agli abbonati sono rese disponibili anche le informazioni puntuali sulla performance dei cinque parametri considerati e il valore in serie storica del BEM Rank (primo dato disponibile relativo a marzo 2016). Se sei interessato a conoscere il posizionamento della tua azienda nel BEM Rank contattaci.

Sì, possiamo elaborare l’indice di performance della tua azienda e monitorarlo nel tempo anche in una lingua diversa dall’italiano e su specifici mercati esteri.

Contattaci se sei interessato a questo servizio.