30 Nov

Abbigliamento: da oltre un anno Zalando migliore brand online

Zalando è il brand leader del settore abbigliamento online secondo la classifica stilata da BEM Research e relativa a novembre 2017. La società tedesca mantiene da oltre un anno la testa della classifica del BEM Rank, distaccando la concorrenza di diversi punti.

In seconda posizione si piazza Adidas, che scavalca Zara solo per pochi decimi di punto. Nike guadagna il quarto posto scalzando BonPrix. In sesta posizione si conferma Lesara, altro brand dell’abbigliamento e accessori made in Germany.

Più dinamica risulta essere la graduatoria degli altri marchi che chiudono la classifica dei top 10. Sarenza e Kiabi registrano infatti un balzo in avanti di diverse posizioni. Bershka e Rolex si contendono invece a pari merito il nono gradino della classifica, con il brand svizzero di orologi di lusso in forte miglioramento rispetto al mese precedente.

Nel complesso, la media del BEM Rank a novembre 2017 per i 53 brand considerati è pari a 29,6 punti, sostanzialmente stabile rispetto a ottobre.

Andando a considerare i due macro-aggregati che compongono il BEM Rank, si osserva che Zalando primeggia per la capacità di essere rintracciata sul web (visibilità online) o perché gli utenti cercano direttamente il suo brand oppure perché appare nelle prime posizioni di Google Italia per ricerche relative a parole chiave generiche ad alto traffico.

Sulla visibilità online risultano avere un’ottima performance anche Gucci e Scarpe&Scarpe. Relativamente alle prestazioni dell’homepage, ovvero alla velocità di caricamento e all’usabilità, BonPrix conquista la posizione più alta, seguita da C&A e La Redoute.

«In vista delle spese natalizie, e appena superato il Black Friday, i grandi marchi dell’abbigliamento stanno intensificando le loro attività su Internet – commenta Mariachiara Marsella, web marketing manager di BEM Research – Sul web ci sono diverse opportunità per le aziende operanti in questo settore, anche per quei brand specializzati nel lusso e nei prodotti di alta qualità.
La clientela facoltosa è infatti attratta dalla comodità di effettuare acquisti dal proprio smartphone, mentre il ceto medio può vedere nell’online un canale più conveniente. Purtroppo però c’è da notare che i marchi italiani della moda, eccellenza nel mondo, faticano a emergere sul web, forse perché ancora troppo ancorati al tradizionale canale di vendita attraverso le boutique» conclude Marsella.

infografica abbigliamento novembre 2017

La pagina web dedicata alla classifica BEM Rank sul settore dell’abbigliamento online è visualizzabile al seguente link:
www.bemresearch.it/report/bem-rank/abbigliamento-accessori/