28 Apr

Indice settoriale dei migliori brand online

Diffuso oggi il Report intersettoriale di BEM Research sui migliori brand online.
Genertel è in cima alla classifica.
Tra i settori che fanno meglio arredo e assicurazioni, tra i peggiori le banche.
Le imprese francesi e quelle tedesche tra le più presenti sui siti in lingua italiana.

Genertel è il migliore brand online ad aprile 2016 tra i 170 considerati da BEM Research nella classifica che considera 10 diversi settori economici.
La compagnia di assicurazioni italiana guadagna una posizione rispetto al mese precedente e supera di poco Mondo Convenienza, altra azienda italiana impegnata però nel settore dell’arredo. Il terzo gradino della classifica è occupato da Zalando, azienda tedesca operante nel settore abbigliamento. In quarta posizione si piazza Ikea (settore arredo), che perde la prima posizione conquistata lo scorso mese.
Seguono Toys Center (giocattoli), Intesa-SanPaolo (banche), Divani & Divani (arredo), Made (arredo), Genialloyd (assicurazioni). Chiude la classifica dei migliori dieci brand online Adidas (abbigliamento).

Evidenze settoriali

Il manifatturiero è il macrosettore che mostra la migliore performance online ad aprile 2016, seguito da quello finanziario e dai servizi non finanziari (grande distribuzione, editoria, utilities).
Nel complesso l’indice generale è risultato pari a 34,3 punti, in diminuzione dello 0,9% rispetto al mese precedente.

In media le aziende operanti nel settore delle assicurazioni hanno la migliore performance online tra i 10 settore economici considerati, seguite dal settore dell’arredamento e accessori per la casa e dalla grande distribuzione. Il settore con l’indice di performance più basso è invece quello bancario.

Nel manifatturiero le imprese del settore arredamento e della farmaceutica hanno siti web con i tempi di caricamento più rapidi, mentre il livello di usabilità dei siti web è più alto nel settore dei mezzi di trasporto.
Nei servizi non finanziari le imprese del settore della grande distribuzione hanno siti web con la velocità più alta, sia da dispositivi mobile che dai tradizionali pc. Nello stesso settore si riscontra la più elevata usabilità. Tra i servizi finanziari le imprese del settore assicurativo e le banche hanno siti web con tempi di caricamento e usabilità simili. Il grado di competizione sull’online è però più alto nelle assicurazioni.

Migliori brand online per paese di origine

Tra i migliori 170 brand che operano sull’online in lingua italiana circa 100 sono imprese con sede in Italia. Queste ultime prevalgono, in particolare, nel settore dell’editoria, nelle banche e nell’arredamento.
Tra i paesi europei hanno la migliore performance su siti in lingua italiana le imprese con sede in Francia, pari al 10% del totale, e in Germania (8%).
Fuori dall’Europa sono presenti soprattutto imprese statunitensi (10 in tutto) e giapponesi (4). Rispetto a marzo 2016 le imprese di Usa, Danimarca e Germania sono quelle che hanno registrato la più alta crescita nelle prestazioni su siti web in lingua italiana. Viceversa, le aziende con sede, rispettivamente, in Svezia, Regno Unito e Giappone sono quelle che hanno osservato la flessione più consistente. In Italia l’indice generale ha mostrato nello stesso periodo una leggera crescita.

La performance sul web delle aziende italiane lascia un po’ a desiderare – sottolinea Mariachiara Marsella, responsabile del Marketing Online di BEM Research – Tra le 170 aziende che rientrano nei migliori brand meno del 60% sono italiane, se consideriamo quelle che fanno meglio della media sono anche meno del 50%. In un contesto di crisi come quello vissuto in Italia i consumatori si rivolgono sempre di più al web per informarsi e acquistare prodotti e servizi con il miglior rapporto qualità-prezzo. Per le imprese, italiane e non, è quindi vitale essere presenti e competitivi su Internet”.

infografica indice generale aprile 2016 #bemrank

La classifica dei migliori brand online, stilata dalla start-up BEM Research, azienda che si occupa di ricerche nel campo dei big data, dell’economia e del marketing online, viene calcolata sulla base di un indice di performance online, il BEM Rank, elaborato mediante un algoritmo che si fonda su 5 diversi parametri: 1) i brand maggiormente cercati su Google; 2) la visibilità dei siti web su parole chiavi ad alto traffico relative al settore di riferimento; 3) la velocità di caricamento delle pagine web; 4) l’usabilità dei siti web; 5) il grado di competizione online nel settore in cui l’azienda opera (maggiori dettagli sono disponibili nella sezione FAQ).