26 Apr

I migliori brand online nel settore mobili e accessori per la casa

Mondo Convenienza è l’azienda del settore mobili e accessori per la casa con il migliore brand online secondo i dati elaborati da BEM Research per il mese di aprile 2016. L’azienda italiana sorpassa in classifica la svedese Ikea, che perde una posizione rispetto al mese precedente.
Divani & Divani, del gruppo italiano Natuzzi, conserva invece la terza posizione. La quarta posizione è occupata da Made, azienda inglese nata solo nel 2010. Guadagna una posizione Mini in the box, azienda con il quartier generale in Cina, che chiude la classifica dei migliori cinque brand del settore arredamento.
Nel complesso la performance online del settore mobili e accessori per la casa, calcolato su 20 diversi brand, ha mostrato una tendenza positiva del 2,7 per cento rispetto a marzo.

Guardando alle ricerche su Google di parole chiave connesse al settore arredo si nota un picco d’interesse all’inizio del 2016 – evidenzia Carlo Milani, direttore di BEM Research – Il rinnovo del bonus mobili e arredi per l’anno in corso, deciso dal Governo Renzi con la Legge di Stabilità per il 2016, spiega probabilmente questa dinamica e fa ben sperare in un maggior vigore della domanda da parte delle famiglie italiane”.

infografica mobili accessori casa

La classifica dei migliori brand online, stilata dalla start-up BEM Research, azienda che si occupa di ricerche nel campo dei big data, dell’economia e del marketing online, viene calcolata sulla base di un indice di performance online, il BEM Rank, elaborato mediante un algoritmo che si fonda su 5 diversi parametri: 1) i brand maggiormente cercati su Google; 2) la visibilità dei siti web su parole chiavi ad alto traffico relative al settore di riferimento; 3) la velocità di caricamento delle pagine web; 4) l’usabilità dei siti web; 5) il grado di competizione online nel settore in cui l’azienda opera.

Con questo articolo si conclude l’analisi, per il mese in corso, su 10 diversi settori economici, 5 appartenenti alla manifattura (abbigliamento e accessori, farmaceutica e aziende sanitarie, giocattoli, mezzi di trasporto, mobili e accessori per la casa), 3 ai servizi non finanziari (editoria e news online, energia e altre utilities, grande distribuzione) e 2 ai servizi finanziari (assicurazioni, banche).
Nel prossimo numero, in uscita 28 aprile, verrà presentato l’indice generale che sintetizza le evidenze del BEM Rank.